• Italiano
  • Inglese

La FUSIONE , se vuoi sapere

da dove viene l’ ENERGIA
che consente la vita sulla Terra?

Dal Sole che produce luce e calore
grazie a reazioni di fusione.

La FUSIONE è la reazione nucleare che alimenta le stelle e il sole; è una FONTE DI ENERGIA pulita, sicura e pressochè illimitata. Imbrigliare l’energia delle stelle è l’obiettivo della ricerca sulla fusione a cui collaboriamo.

Il Gruppo RFX

Fusione nucleare o fusione dell’idrogeno


Può la fusione diventare una fonte di energia pulitasicuraabbondante sostenibile, in grado di rispondere al crescente fabbisogno energetico dei prossimi decenni?

Cosa si intende con il termine fusione nucleare e quali sono le sfide scientifiche e tecnologiche che ci attendono per giungere il prima possibile alla produzione di energia energia elettrica da fusione? Guardiamo insieme di cosa si tratta, attraverso percorsi differenziati in base alla tua conoscenza di partenza.

Mi occupo di altro, ma vorrei sapere di più

Sono uno studente, mi servono più informazioni

Voglio approfondire la relazione tra Fusione dell’idrogeno e Società

Vorrei informazioni sulla storia della ricerca sulla fusione a Padova



La ricerca sulla fusione è iniziata a Padova verso la fine degli anni ’50.

Dai primi esperimenti Eta Beta I e Eta Beta II (1070 -1980) si è passati alla realizzazione e sperimentazione sulla macchina RFX, in funzione dal 1992, per lo sviluppo delle ricerche sui plasmi in configurazione RFP – Reversed Field Pinch.

La crescita del gruppo e dei progetti di ricerca, con nuovi obiettivi scientifici e il potenziamento delle collaborazioni internazionali hanno portato, nel 1996, alla costituzione del Consorzio RFX.

Gli Enti italiani di ricerca – CNR, ENEA, INFN – e l’Università degli Studi di Padova , Soci del Consorzio RFX, hanno così integrato le risorse un’unica struttura, in grado oggi di contribuire efficacemente al Programma europeo per ricerche sulla fusione per avanzare nella conoscenza scientifica dei plasmi da fusione, attraverso la sperimentazione sul più grande dispositivo esistente del tipo “Reversed Field Pinch, la macchina RFX-mod2, e con la partecipazione allo sfruttamento scientifico dei dispositivi Tokamak e Stellarator europei e al funzionamento di nuovi impianti sperimentali, in particolare DTT e JT-60SA. Al Consorzio RFX è stato affidato lo sviluppo del sistema di iniezione di neutri per il riscaldamento del plasma di ITER con la realizzazione dell’impianto NBTF.

Conosci la macchina-RFX

Conosci l’impianto NBTF

Per sapere di più sulla storia della ricerca sulla fusione a Padova,
a breve la nostra pagina “Cenni Storici“.