• Italiano
  • Inglese

Il personale

lineaverde

Al Consorzio RFX lavorano circa 200 persone divise tra ricercatori, tecnici e personale amministrativo

In questo periodo di emergenza sanitaria il Consorzio RFX non si è fermato, grazie a un piano accurato di gestione del personale e di prevenzione

Piergiorgio Sonato

Dal 4 maggio 2020 , dopo il via libera del Governo, le attività in sede presso il Consorzio RFX hanno potuto ricominciare. Sono stati riaperti laboratori , i cantieri e sono state riavviate le campagne sperimentali in particolare quella sull’esperimento SPIDER.

Tra giugno e agosto 2020 le presenza hanno oscillato tra il 30 e il 35%. Da settembre 2020 si è arrivati a un picco di lavoro in presenza che ha raggiunto il 55%, rientrato sotto il 50% nel mese di dicembre 2020. Attualmente le presenze si aggirano tra il 55% e il 60%.

Il Consorzio RFX cerca giovani ricercatori e tecnici che vogliano appassionarsi alla ricerca sulla fusione. Per vedere che posizioni sono aperte apri il link.

Bandi in corso

Per ricordare Paolo Piovesan, ricercatore del Consorzio RFX e dell’Istituto Gas Ionizzati-ISTP del CNR, prematuramente scomparso nel 2019, il Consorzio RFX ha bandito un concorso per l’assegnazione di un premio dell’ammontare di 2000 Euro per la miglior tesi di dottorato nel campo della Fisica dei Plasmi per la Fusione. ESITO del bando.