• Italiano
  • Inglese

Com’è organizzato il nostro laboratorio

Il Consorzio RFX integra e gestisce le attività e il personale del laboratorio di Padova per la ricerca sulla fusione all’interno di un’unica organizzazione.


Vediamo nel dettaglio com’è organizzato il nostro laboratorio e quali sono gli elementi che creano l’ambiente ideale per ll sviluppo delle nostre attività.

La realizzazione di impianti a fusione per la produzione di energia su larga scala, pulita, sicura, nel rispetto dell’ambiente e a costi competitivi è una delle maggiori sfide scientifiche e tecnologiche della nostra società.
Nel nostro Paese, questa sfida si traduce in una strategia di collaborazione tra gli Enti di ricerca italiani impegnati sul fronte della fisica e delle tecnologie: ENEA, CNR, INFN insieme alle università e all’industria.

In questo CONTESTO DI COLLABORAZIONI E’ STATO ISTITUITO NEL 1996 IL CONSORZIO RFX, Soci fondatori: CNR, ENEA, INFN, Università di Padova e Acciaierie Venete SpA, a cui si è aggiunto, nel 2005, l’INFN.

La forma consortile, grazie alla convergenza di risorse finanziarie e di personale, crea un’efficiente sinergia che consente di affrontare impegnativi progetti di ricerca a lungo termine e di creare le condizioni per attrarre significativi finanziamenti internazionali.

Lo schema riporta la strategia sinergica alla base del Consorzio RFX che, unificando in una struttura unitaria i contributi nazionali ed esterni, crea UN MAGGIORE VOLUME DI RISORSE per gli investimenti in infrastrutture di ricerca e per la loro successiva utilizzazione. La partecipazione a grandi progetti di ricerca internazionale comporta una evidente amplificazione del ritorno scientifico per i Soci.

Il Consorzio RFX è un amplificatore dei finanziamenti per la ricerca sulla fusione a Padova

Dalla cabina di regia, in funzione durante l’inaugurazione di SPIDER all’interno dell’impianto NBTF, alla “cabina di regia” che regola la vita del laboratorio; diamo insieme un rapido sguardo agli Organi di funzionamento del Consorzio RFX e alla sua organizzazione interna.

Organi del Consorzio


Presidente
Prof. Francesco Gnesotto
curriculum
Tel. +39 049 8295036
email: direzione.rfx@igi.cnr.it francesco.gnesotto@igi.cnr.it
contatti di segreteria: Sig.ra Chiara Caloi


CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dr. Emilio Campana (CNR)
Prof. Francesco Gnesotto (UNI PD)
Ing. Aldo PIzzuto (ENEA)
Dott.ssa Valentina Vaccaro (ENEA)
Dr. Marco Ripani (INFN)
Dr. Rosario Corrado Spinella (CNR)
Prof.Giuseppe Zollino (UNI PD)
Ing. Giorgio Zuccaro (Acciaierie Venete Spa)


Responsabile del funzionamento Organi Consortili: Dott.ssa Maria Teresa Orlando
Servizio di Segreteria del Consiglio di Amministrazione: Sig.ra Chiara Caloi


Direttore
Prof. Piergiorgio Sonato
curriculum
Tel. +39 049 8295037
email: direzione.rfx@igi.cnr.it
piergiorgio.sonato@igi.cnr.it

Vice Direttrice
Dott.ssa Alessandra Canton

contatti di segreteria:
Sig.ra Chiara Caloi, Sig.ra Alessia Grava

Struttura organizzativa

Il Gruppo di Padova per ricerche sulla fusione si è sviluppato fin dall’inizio in una logica di equilibrio tra ricerca di fisica e di ingegneria per la fusione.

Gli elementi essenziali del percorso evolutivo del Gruppo sono stati L’INTEGRAZIONE DELLE COMPETENZE messe a disposizione dagli Enti partecipanti e l’EFFICIENZA e la FLESSIBILITA’ OPERATIVA del personale, verso il raggiungimento degli obiettivi scientifici via via affidati al Gruppo di Padova.

Un vero e proprio salto di qualità nel raggiungimento di tali obiettivi è avvenuto nel 1996, anno in cui è stato costituito il Consorzio RFX e i cui Soci attualmente sono: ENEA, CNR, INFN, Università di Padova, Acciaierie Venete Spa.


La nascita del Consorzio RFX ha permesso di gestire in modo unitario sia il personale degli Enti, sia quello direttamente assunto dal Consorzio, e di armonizzare in tal modo gli aspetti di contrattazione decentrata.

La necessità di operare su più linee di attività di ricerca in parallelo ha orientato verso la scelta di una struttura organizzativa del personale scientifico “a matrice“, che è stata la chiave per massimizzare l’efficienza dei gruppi di fisica e di ingegneria impegnati nelle tre grandi aree di ricerca sviluppate al Consorzio RFX: confinamento magnetico, riscaldamento del plasma con iniezione di particelle neutre, tecnologie della fusione.

Si riporta l’organigramma della struttura organizzativa del Consorzio RFX